Dare forma ad un pensiero

Quando un click è poco e due sono troppi

Group 2

E, i proverbi, signor conte, sono la sapienza del genere umano.
(A. Manzoni, I promessi sposi, Cap. V)

A.D. 2001
Il mio primo computer

Avevo 17 anni
piuttosto avanti d’età per il primo PC,
ma dove sono nato le novità sono sempre rimaste fuori dall’uscio

Io che da bambino non osavo chiederlo perchè mi dicevano costasse caro,
il computer me lo disegnavo per conto mio

Prendevo un quartino a quadretti, lo piegavo in due, da una parte la tastiera dall’altra lo schermo,
ecco il mio primo personal computer portatile!


Quanto storie ho creato con quel computer,

rimaste invisibili…

Superata la soglia degli anni 2000, il mondo non era finito, i super computer mondiali non erano impazziti, Il computer quello vero arrivò, con tanto di schermo piatto e modem 64kb, anche a casa mia.
Con quella macchina confezionai la mia tesina per l’esame di maturità, “la prima guerra mondiale in Power Point“; allora era il futuro, oggi un virus se l’è portata via.

Dopo il diploma mi iscrissi all’Università, Informatica umanistica, credo fosse il 2003 dovevo preparare l’esame “Progettazione siti web”, conobbi uno strano linguaggio, un codice, SCRISSI su notepad il mio primo link <a href=””>Link1</a> collegai due pagine, funzionava! Avevo creato un ponte digitale e c’ero saltato sopra.

Quel codice (HTML) permetteva di “animare” un disegno, di renderlo interattivo, inoltre poteva essere caricato su internet e altri avrebbero potuto visitarlo; fantastico!

Nel 2004 pubblicai quello che fu il mio primo sito web poi…quello che accade dopo lo trovi scritto qui

Questa pagina vuol essere un manifesto di un certo fare

Un fare ancora nostro, dei giorni nostri, nonostante le macchine sembrano voler sostituire il gesto umano in ogni sua attività.

Dal lunedì al venerdì il mio specchio è un computer Apple da 27″ acquistato nel 2012 quando ho aperto la ditta (altro che company…DITTA! Mi piace è solido e concreto), questo computer è spento almeno che non venga acceso.

 

Quel GONG vuol dire molto…

Leggiamo su wikipedia: “Idiofoni. Sono così chiamati gli strumenti in cui il corpo vibrante è il corpo stesso dello strumento ed il gong è uno di questi.

Un corpo-strumento che vibra perchè qualcuno lo accende, lo tocca con la propria mano.

Dal 1450 (invenzione della stampa a caratteri mobili) al 1991 (nascita del www) in poco più di 500 anni la tecnologia ha reso la diffusione dell’informazione dall’essere un ruscello, con i primi libri stampati, a divenire un fiume in piena.
Un fiume impetuoso e velocissimo, carico di informazione travolgente, l’uomo non può competere, ma l’uomo pensa, la macchina non pensa, la macchina è sempre spenta, se non la si accende.

Allora quando si accende una macchina non si può pretendere che faccia

L’essere umano fa
l’essere umano crea
con l’argilla
con una matita
con una penna
con un tastiera
la macchina è una macchina
la macchina si conosce com’è fatta
l’uomo non sappiamo ancora cosa sia
l’uomo è mistero
porta in sé il seme della creazione
la macchina porta in sé un microprocessore

Ecco che sorrido quando…vedo

Chi si definisce web-designer
dire
che il sito lo fa WordPress
oppure Joomla
che lo installo e via
che mette un po’ di plugin qui
scarica un tema qua
24 ore è pronto
500 euro
dire
fare
poco
pure male

Se fossi il cliente gli direi:

<< Ma tu sei troppo caro! Non hai fatto niente, il sito web l’ha fatto WordPress e ti devo pure pagare? >>

Informare = “dare forma” al pensiero

Il web un giorno scomparirà, sarà superato da altro,  conserviamo la capacità di fare con le nostre mani, di pensare.
Prendiamoci il tempo per capire, studiare, sapere.
Altrimenti le mani si atrofizzeranno e con non loro la nostra libertà di creare.

Paolo Crepet – Il Coraggio di Pensare

 

Matteo Mannucci

Informatico Umanista

Potrebbero interessarti

copertina-evento

Promuovi La Tua Attività Sul Web – 29 ottobre 2018

Confcommercio insieme a Turbo, del quale siamo partner, invitano al seminario per far crescere il business della propria attività attraverso le opportunità offerte dal mondo digitale. Il seminario, aperto a tutti e completamente gratuito, avrà luogo lunedì 29 ottobre 2018 dalle 10 alle 12. Iscriviti all’evento!

matt-artz-353284-unsplash

La chiave dei tuoi social non le hai mai avute

Recentemente è stata diffusa la notizia che i fondatori di Instagram hanno lasciato Facebook, questo può significare che quando il gatto non c’è… uno tra i più importanti social network può cambiare drasticamente rispetto a quanto lo conosciamo. Cambiare è positivo, tutto cambia figuriamoci nel web dove basta una...

Mobile-First-Indexing

Google compone i risultati sulla base della versione mobile dei siti

Già da qualche tempo ricevo numerose comunicazioni da Google Search Console che il motore di ricerca ha attivato la funzione Mobile-first indexing in buona sostanza significa che da adesso solo i siti web che hanno versione mobile saranno presenti nell’indice dei risultati di ricerca e se il tuo sito...